Cos’è l’Inquinamento Luminoso? – Ambiente

Inquinamento Luminoso da Centro Sportivo Comunale “Bonardi”, Alessandria – Fonte: Giancarlo Gotta

L’inquinamento luminoso è un’alterazione dei livelli di luce naturale presente nell’ambiente notturno che impedisce la chiara visione dell’ambiente circostante, è un fenomeno di entità variabile dipendentemente dalla località e comporta diversi tipi di danni: ambientali, culturali ed anche economici.

La definizione legislativa più utilizzata lo definisce come “ogni irradiazione di luce diretta al di fuori delle aree a cui essa è funzionalmente dedicata, ed in particolare verso la volta celeste“.

Nella foto iniziale potete osservare gli effetti dell’inquinamento luminoso prodotto da un Centro Sportivo sulle case circostanti ad Alessandria.

I danni ambientali derivanti dall’inquinamento luminoso sono difficoltà o perdita di orientamento negli animali (uccelli migratori, tartarughe marine, falene notturne), alterazione del fotoperiodo in diverse piante, alterazione dei ritmi circadiani nelle piante, negli animali e nell’essere umano (punto importantissimo anche perché, per esempio, la produzione di melatonina viene bloccata già con bassissimi livelli di luce e questo fattore si ripercuote sulla normale funzione della Ghiandola Pineale o Epifisi che la secerne).

Per esempio, nel 2001 è stato scoperto un nuovo fotorecettore che regola il nostro orologio biologico ma non contribuisce al meccanismo della visione. Il picco di sensibilità di questo sensore è nella parte blu dello spettro visibile. Quindi, le lampade con una forte componente di questo colore (per esempio, i LED) possono alterare maggiormente i nostri ritmi circadiani. Le lampade che fanno meno danno da questo punto di vista sono quelle al sodio ad alta pressione e, ancora meno dannose, quelle a bassa pressione.

Il danno culturale principale dell’inquinamento luminoso è dovuto alla sparizione del cielo stellato dalle zone più inquinati, e pensare che fin dalla Notte dei Tempi il cielo stellato è stato una fonte di ispirazione per tutte le aree della vita dell’essere umano…

Per esempio, a livello culturale, l’astronomia è stata molto danneggiata dalla sparizione del cielo stellato da certe aree, in cui, ormai, l’inquinamento luminoso limita pesantemente l’efficienza dei telescopi ottici e bisogna perciò posizionarli distanti questo tipo di inquinamento.

L’inquinamento luminoso genera anche spreco di energia elettrica, che viene impiegata per illuminare zone in cui non ci sarebbe veramente bisogno. A questo spreco si aggiungono le spese di manutenzione degli apparecchi, di sostituzione delle lampade e di installazione di nuovi impianti.

—————-

Più giù trovate il link ad un video di un esperimento utile per comprendere meglio l’inquinamento luminoso e le possibili soluzioni.

Il video mostra che i lampioni non schermati non illuminano bene l’area a terra e si possono verificare fenomeni di abbagliamento, che impediscono la corretta visione dell’ambiente circostante; inoltre, una gran parte della luce è dispersa nel cielo e questo fattore impedisce invece la corretta e chiara osservazione del cielo stellato.

Le lampade non schermate disperdono luce in ogni direzione.

Invece, per esempio, nel video si vede che, schermando le lampade nel modo giusto, la luce viene diffusa meglio, convogliandola solo dove è necessaria, evitando sprechi sia di energia che economici. Inoltre si può diminuire la potenza della lampada: la strada viene illuminata ugualmente ma l’effetto abbagliante della lampada diminuisce e l’ambiente circostante è quindi visibile più chiaramente.

Se vorrete provare l’esperimento, vedrete che i materiali necessari sono di facile reperimento ed accessibili economicamente.

Clicca sull’immagine per guardare il video : “Accendiamo le stelle! versione Creative Commons”, di “Buiometria Partecipativa – BMP”

Condividi - Spread the knowledge!
  • 15
    Shares
  • 15
    Shares

Informazioni su Noemi Lupo

Certificata in Spagiria, Riequilibrio Energetico Alchemico - Metodo Celestessenza, Meditazione e in vari Metodi Olistici di Riequilibrio Energetico da Università, Scuole e Istituti Privati. Da circa 20 anni si impegna negli studi, nella ricerca, nella pratica e nella divulgazione di diversi metodi.
Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi